Modi di assumere l'eroina

Al contrario di quanto si possa immaginare i modi di assumere l’eroina sono tre. Le conseguenze e gli effetti che ne derivano sono gli stessi. I modi di assumere eroina sono: sniffata, fumata o iniettata per via endovenosa. La differenza tra questi tipi di somministrazione è solo nella velocità e nell’intensità con cui l’effetto si manifesta e non nelle tragiche conseguenze.

Modi di assumere eroina
Vincere la dipendenza è possibile. Scopri in che modo aiutiamo, chiama!
Fumare eroina | Comunità di Recupero Narconon da eroina Astore

Fumare eroina

L’eroina può essere fumata scaldandola su pezzi di carta stagnola, facendola strisciare e aspirandone i fumi della combustione. Questo comporta una intossicazione molto rapida e conseguenze problematiche a tutto l’apparato respiratorio. Secondo alcune testimonianze fumare eroina può comportare sintomi di astinenza anche più forti e duraturi. Molte persone iniziano fumando l’eroina. Questa è “l’anticamera” alle iniezioni. Una volta che si sviluppa una certa tolleranza all’eroina occorrono maggiori quantità. Le persone che fumano eroina spesso hanno le dita delle mani e le mani sporche di nero. Queste macchie sono causate dalla carta stagnola quando la si riscalda. Benché i modi di assumere eroina siano diversi le conseguenze sono identiche.

Potrebbe anche interessarti: come disintossicarsi dall’eroina

Sniffare eroina | Comunità di Recupero da Eroina Narconon Astore

Sniffare eroina

L’eroina si presenta in polveri di colore bianco, beige o marrone. Solitamente l’eroina di colore bianco (proveniente da India e Thailandia) può avere un grado di purezza molto alto. E’ vero anche che esiste un’eroina ancora più chimica (venduta nelle piazze di Napoli e Perugia ad esempio) sempre di colore bianco. L’eroina può essere sniffata tramite una banconota arrotolata o un pezzo di carta qualsiasi. L’effetto arriva più lentamente rispetto alle iniezioni e all’eroina fumata. Nel giro di qualche minuto l’effetto raggiunge il culmine dell’intensità che va via via scendendo nel giro di qualche ora. Questo modo di usare eroina può procurare lacerazioni al setto nasale e sanguinamento. Come per l’eroina fumata sniffare eroina è “l’anticamera” alle iniezioni.

Iniettare eroina

Iniettare eroina

E’ il modo più pericoloso di assumere eroina. La si inietta dopo averla sciolta in acqua e filtrata. Il pericolo sta nel fatto che l’eroina gira molte mani prima di arrivare al consumatore ultimo. Per aumentare i guadagni l’eroina viene tagliata con polveri di marmo, chinino, stricnina o psicofarmaci. Il tossicodipendente non conosce mai il grado di purezza o di impurità della sostanza prima di iniettarsela e spesso un calcolo sbagliato può portare all’overdose. Iniettarsi eroina provoca anche lacerazioni a vene ed epidermide, epatite C, HIV e altre malattie del sangue. Quando si assume eroina per via endovenosa l’effetto è istantaneo. In pochi secondi l’eroina entra in circolo al massimo dell’intensità provocando il cosiddetto “flash”, una sensazione di intenso benessere chimico e di calore. Questo dura pochi minuti. In seguito l’effetto è il medesimo.

Scopri come disintossicarsi dall’eroina in tempi brevi

Una soluzione alla dipendenza da eroina

Fortunatamente oggi una soluzione efficace esiste.
Il programma Narconon, dal 1966 restituisce la libertà dalla dipendenza da eroina, alcool, cocaina e altre droghe, tramite una riabilitazione efficace e funzionale. Riabilitare vuol dire restituire le abilità. Per tornare a vivere senza droghe bisogna essere in grado di affrontare e saper risolvere i problemi di tutti i giorni. Bisogna essere in grado di comunicare. Occorre avere autocontrollo, usare autodisciplina e adottare dei saldi principi e valori personali. Il programma Narconon nasce proprio per permettere a chi ha abusato di droghe e alcool di tornare alla propria vita libero dalla dipendenza, più capace, più determinato ed entusiasta. Con un percorso graduale il tossicodipendente ritrova una condizione fisica ottimale e rivitalizza quei valori e quelle abilità indispensabili per vivere una vita felice senza droghe.

Leggi le testimonianze di chi ha svolto il Programma

Per uscire dalle droghe occorre AGIRE. Il primo passo è semplice e puoi farlo subito: Chiama!
Associazione Narconon Astore Onlus

Comunità di recupero dall'eroina

Per risolvere una dipendenza da eroina occorre un ambiente sano, lontano dalle tentazioni. Immersa in un Parco Naturale Protetto, la Comunità di Recupero da eroina Narconon Astore è un luogo ideale per ritornare alla vita stabilmente liberi dalla dipendenza. Richiedi tutte le informazioni necessarie al Numero Verde, sarà nostra premura ascoltarti ed indirizzarti nel migliore dei modi.

Torna su