Dipendenza Eroina

Centro di disintossicazione per risolvere problemi di eroina

Come rivolgersi a lui/lei?

Sei nella sezione: S.O.S. Familiari

S.O.S. Familiari Il tono dovrebbe esprimere preoccupazione. L'intenzione dovrebbe essere chiara e costante.

"Ti amiamo. Ti abbiamo sempre amato. Non smetteremo di amarti. Ma non siamo disposti a guardarti mentre ti uccidi con le droghe"

La famiglia deve esprimere preoccupazione e sicuramente non simpatizzare con il tossicodipendente. La simpatia è una forma di accordo e potrebbe essere interpretata come un tentativo di giustificare la dipendenza.

Senza rabbia o paura il tossicodipendente dovrebbe capire che tutti presenti conoscono la situazione e che sono fermamente convinti che lui necessiti di una riabilitazione. Non fatevi sviare da problemi familiari o problemi della vita di cui lui potrebbe parlarvi. Questo è un tentativo di farvi togliere l'attenzione dall'unica cosa veramente importante: il tossicodipendente ha un problema e ha bisogno di aiuto per risolverlo.

La preparazione dei familiari in questo momento fa la differenza.
A volte è difficile essere duri e decisi. Non dimenticatevi però che il vostro comportamento, ora, è decisivo per la sua vita.

 

Vai alla pagina: Il piano B

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
CHIAMA SUBITO il 800 18 94 33

oppure scrivici utilizzando il form sottostante, ti richiameremo entro 24 ore


This Is CAPTCHA Image



 

Che cos'è l'eroina? | Gli effetti dell'eroina | Modi di assumere l'eroina | La storia dell'eroina | Dipendenza da eroina | Astinenza da eroina
Morfina ed oppioidi | Metadone e dipendenza da metadone | Subutex, dipendenza da subutex | Informazioni eroina |
Riabilitazione dall'eroina | Disintossicazione eroina | Programma di Astinenza eroina | Successi e testimonianze | Testimonianze di familiari
Test eroina e antidroga | Aiutare un drogato | Come aiutare un tossicodipendente | Il centro Narconon Astore | La storia del Narconon | Operatori Narconon